Al CIE salute a rischio e condizioni di vita disumane

La visita ispettiva della Asl di Bologna del 14 gennaio conferma la situazione drammatica del Centro di identificazione ed espulsione di Bologna.
 
Al CIE salute a rischio e condizioni di vita disumaneLe condizioni igienico-sanitarie e le carenze strutturali e manutentive dell'edificio di via Mattei sono inaccettabili, le persone trattenute vivono in una situazione disumana, con il rischio per la loro salute e per quella degli operatori presenti. Anche la Garante delle persone detenute dell'Emilia-Romagna ha denunciato le condizioni drammatiche sia per chi lavora che per chi è detenuto.
 
Nei giorni scorsi, un'equipe di Medici per i Diritti Umani ha visitato il CIE e denunciato la totale inadeguatezza della struttura a garantire la dignità umana dei migranti trattenuti. Le condizioni igienico-sanitarie e strutturali del centro appaiono inaccettabili. Mancano i requisiti minimi di vivibilità delle zone riservate ai trattenuti: stanze prive di riscaldamento funzionante, finestre e vetri danneggiati, docce inservibili e in alcuni casi con acqua fredda, toilette prive di porte di ingresso, lavandini divelti. Gli spazi interni ed esterni degli alloggi si presentano inoltre in uno stato fatiscente e le condizioni di pulizia sono estremamente carenti.

Leggi tutto

Scuola, lavoro Italia

Francesco in comune

Ciao,
ben ritrovati all'appuntamento con la newsletter. Un modo per restare in contatto.
In questo numero, parliamo di lavoro, scuola e di Italia.

Clausole sociali negli appalti del Comune di Bologna
Favorire l’inserimento lavorativo di persone in condizione di svantaggio.
continua...
Scuola: dibattito pubblico e Referendum
In città si discute ormai da parecchi mesi di servizi per l’infanzia ...
continua...
Voto contro o voto per un progetto di...
Domenica 24 e Lunedì 25 febbraio si vota per le elezioni politiche.
continua...

Leggi tutto

Invito al seminario sulle "Periferie Invisibili" e progetto "Cittadini di Pescarola"

Gentile,
con questa mail ti invito ad un seminario sulle "Periferie Invisibili" e provo a raccontarti del progetto "Cittadini di Pescarola" (cittadinidipescarola.blogspot.it).
L’appuntamento è per venerdì 14 dicembre dalle 18 alle 20.30, al centro sociale “Casa gialla” in piazza da Verrazzano 1/3. Scarica l'invito al seminario “Le periferie invisibili” organizzato dal Coordinamento Volontariato Lame (http://www.coordinamentovolontariatolame.org/) Cittadini di Pescarolae dall'Associazione Famiglia Aperta (http://famigliaperta.org/).

All'interno del progetto "Cittadini di Pescarola: periferia che si fa borgo” è nato “Spazio Comune”. Un locale arredato e decorato dall'Associazione Terra Verde onlus (www.associazioneterraverde.it) per offrire iniziative gratuite ad adulti, anziani, bambini e per essere un punto d’incontro, socializzazione e partecipazione per tutti. Mediazione dei conflitti, orientamento al lavoro, sostegno alla genitorialità, consigli per la salute, possibilità di scambiarsi piccoli favori, distribuzione di generi alimentari e interventi anti-degrado sono alcune iniziative grazie al contributo di psicologi, sociologi e volontari (Adele, Anna Maria, Caterina, Catia, Claudio, Luisa, Marina, Maura e Mirella). Un progetto nato per migliorare le relazioni di buon vicinato tra le case popolari comprese tra via Agucchi e Zanardi e per rafforzare il dialogo tra culture e generazioni diverse, promosso dal Coordinamento volontariato Lame, insieme a Quartiere Navile, Rete Lame, Banca del tempo, Acer e Dipartimento di Sociologia dell'Università di Bologna.

Leggi tutto

Primarie 2012

Pierluigi Bersani ha vinto le primarie e ora è il candidato Premier del centrosinistra.

Si sono concluse le primarie del centrosinistra ieri, domenica 2 dicembre 2012, con la selezione del leader nella persona di Pierluigi Bersani su cui Francesco Errani ha presentato il seguente intervento di inzio seduta nel corso della sessione di lunedì 3 dicembre 2012.

I veri protagonisti, insieme ai candidati, sono i volontari e i tre milioni di cittadini che con grande generosità e entusiasmo hanno partecipato alle primarie, votando per due volte in sette giorni. Una grande risorsa per il centrosinistra e la democrazia. La vera risposta all'antipolitica dilagante e al crescente sentimento di sfiducia e rassegnazione, che comporta il rischio di perdere intelligenze e competenze.

Sono tantissime le persone nuove e i giovani che si sono riavvicinati alla politica, e credo che il popolo democratico rappresenti una grande risorsa per la politica italiana.

Primarie del CentroSinistra 2012

Leggi tutto