Bologna in piazza per Zaky

La città di Bologna si mobilita per la liberazione di Patrick Zaky.

Oggi alle 18:00, Università, Comune, Associazioni, movimento delle Sardine, parteciperanno a un corteo per manifestare a favore della scarcerazione di Patrick, muovendosi da via Zamboni 33 fino a piazza Maggiore.

Per la liberazione Patrick Zaky

Mentre sono trascorsi quattro anni di impunità per gli agenti di sicurezza egiziani che hanno torturato a morte il ricercatore italiano Giulio Regeni, dal Cairo arrivano notizie del giovane egiziano Patrick Zaki, studente all’Università di Bologna, torturato con scosse elettriche dalle stesse forze di sicurezza. Questa volta, però, l’Italia e l’Europa devono farsi sentire di più: questa volta, deve andare meglio.

Leggi tutto

4 anni senza Giulio

Sabato 25 gennaio, anche Bologna si è tinta di giallo per Giulio Regeni. A quattro anni dalla scomparsa del giovane ricercatore italiano, Amnesty International ha organizzato manifestazioni in tutta Italia per chiedere verità e giustizia per il giovane torturato e ucciso in Egitto. Era il 25 gennaio 2016. Sono trascorsi quattro anni da quel 25 gennaio e le autorità egiziane si ostinano ancora a non rendere noti i nomi di chi ha ordinato e di chi ha eseguito il sequestro, la tortura e l’omicidio di Giulio. Quattro anni di depistaggi e di promesse non mantenute.

4 anni senza Giulio Regeni

Leggi tutto

Newsletter gennaio 2020

Francesco Errani

Ciao e ben ritrovati all'appuntamento con la newsletter!

Scrivo questa news a pochi giorni dal voto in Emilia-Romagna, ma anche per raccontarvi dell’approvazione in Consiglio comunale del bilancio comunale 2020-22 e dell’esperienza del laboratorio di sartoria sociale per sostenere le "sardine” e l’integrazione dei migranti.

Elezioni regionali, c’è bisogno anche del tuo voto

Domenica 26 gennaio 2020 si vota per eleggere il Presidente della Regione Emilia-Romagna. I seggi rimarranno aperti dalle 7 alle 23.

Leggi tutto

Laurent aveva 14 anni ed è morto in aereo sognando l'Europa

Ani Guibahi Laurent BarthélémyLaurent aveva 14 anni ed è morto in aereo sognando l'Europa
si chiamava Ani Guibahi Laurent Barthélémy, il ragazzo quattordicenne morto assiderato nel carrello dell’aereo dove si era nascosto per provare a raggiungere Parigi. Da Abdjan, la capitale della Costa d’Avorio, sono cinque o sei ore di volo e la temperatura può scendere fino a 50 gradi sotto lo zero. Laurent frequentava la scuola media, ed è morto a quattordici: ha scavalcato il muro di cinta dell’Aereoporto, si è nascosto e ha poi abbracciato il carrello dell’aereo. I genitori hanno dato l’allarme non vedendolo tornare a casa da scuola.

Lo scrittore Roberto Saviano ha scritto un bellissimo articolo, "In memoria di un bambino morto in aereo sognando l'Europa", ricordando che Laurent "Rincorreva l'unica possibilità di felicità che gli era stata data: scappare".

Leggi tutto

Radio Città del Capo, una voce democratica rischia di essere spenta a Bologna.

Radio Città del Capo, una voce democratica rischia di essere spenta a Bologna.Radio Città del Capo, una voce democratica rischia di essere spenta a Bologna.

Radio Città del Capo, emittente in onda da 33 anni a Bologna, rischia di perdere la cronaca cittadina.

Sostenibilità economica o autonomia redazionale della radio?

Dopo aver contribuito a creare il nuovo soggetto (Netlit) che edita Radio Città del Capo ed avervi trasferito la proprietà delle frequenze e parte del personale, Open Group può e deve dimostrare responsabilità sociale e "trovare soluzioni costruttive che possano rilanciare il progetto con tutte le sue potenzialità", dimostrando di tenere a valori di indipendenza e non a logiche di mercato.

Leggi tutto