• Home
  • Cosa ho fatto
  • Ordini del Giorno
  • O.d.G. 174.1/2015 Promuovere appalti pubblici socialmente responsabili centrati sulla qualità, per uno sviluppo sociale e ambientale

Presentazione
Non servono nuove tecnologie, ma parliamo comunque di innovazione sociale che risponde anche alla situazione di crisi economica. Se sei un cittadino attivo nel sociale, il Comune può non farti pagare le tasse.
 
Volontariato
Possiamo promuovere la partecipazione attiva dei cittadini e delle associazioni attraverso il loro coinvolgimento nella cura dei beni pubblici e decidere di ridurre i tributi per lo svolgimento di attività di cura e riqualificazione del territorio.
 
Questa la proposta dell'Ordine del giorno approvato dal Consiglio Comunale: educazione civica e rispetto del patrimonio pubblico, insieme alla riduzione della pressione fiscale locale.
 
ORDINE DEL GIORNO PER INVITARE IL SINDACO E LA GIUNTA A VALUTARE L 'OPPORTUNITÁ DI RIDURRE I TRIBUTI IN FAVORE DEI CITTADINI CHE SI IMPEGNANO IN ATTIVITÁ DI VOLONTARIATO

IL CONSIGLIO COMUNALE DI BOLOGNA

Premesso che:

  • l'Amministrazione comunale di Bologna pone tra i suoi obiettivi il potenziamento delle forme di partecipazione attiva dei cittadini e delle associazioni attraverso il loro coinvolgimento nella cura dei beni pubblici di proprietà e/o competenza comunale;
  • l'art. 24 del D.L. n. 133 del 12 settembre 2014 “ Misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche (…)” prevede misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio, con la possibilità per i Comuni di poter deliberare riduzioni o esenzioni di tributi inerenti allo svolgimento di attività di cura e riqualificazione del territorio, a favore di cittadini singoli o associati che realizzino tali interventi.

Considerato che:

  • le forme di cooperazione e collaborazione portano un notevole beneficio per la collettività locale, sensibilizzando i cittadini sulla tematica del senso civico;
  • l’Amministrazione comunale di Bologna si è distinta in questi anni per una serie di iniziative tese al coinvolgimento dei cittadini e dei portatori di interesse diffuso nelle scelte programmatiche e gestionali inerenti il territorio: si pensi, tra l’altro, al nuovo regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione, sui beni comuni.
  • il volontariato locale può contribuire insieme al Comune a migliorare i servizi di interesse generale e la cura del territorio;
  • la collaborazione tra cittadini e Amministrazione, l’educazione civica, il rispetto del patrimonio pubblico come bene comune, può permette ai cittadini di percepire il frutto del proprio senso civico anche nella riduzione della pressione fiscale locale.

INVITA SINDACO E GIUNTA

  • A valutare l'opportunità di promuovere l’istituzione e la gestione di un servizio di volontariato civico, mediante riduzioni/esenzioni tributarie ovvero eventuali contributi alle associazioni.