Trasparenza e partecipazione per riqualificare il bilancio del Comune di Bologna

Bilancio 2013 - Intervento in aula del consigliere comunale Pd Francesco Errani

Trasparenza e partecipazione per riqualificare il bilancio del Comune di BolognaPenso che in termini di razionalizzazione dei costi di struttura sia stato fatto il possibile per “unificare” ed “ottimizzare”, come anche per la gestione informatizzata. Credo sia giusto riconoscere all’Assessore al Bilancio e ai tecnici del Comune di Bologna il grande lavoro e la qualità dimostrata. In generale, temo però che il peso di ulteriori imposte e tasse non aiuterà di certo i cittadini. IMU, addizionali comunali e regionali, Tares e 1% IVA affosseranno definitivamente le poche risorse della maggioranza degli italiani e dei bolognesi, non per politiche sbagliate dei Comuni ma per la mala gestione di chi ha governato l’Italia.

Aumentare le tasse è fondamentalmente un errore, dovremmo piuttosto riqualificare la spesa e trovare un ampio consenso attorno a un bilancio diverso per il Comune di Bologna, in un momento storico in cui le aziende stanno chiudendo (e con loro la perdita di posti di lavoro e con questi gli stipendi che sostengono le famiglie).

Leggi tutto

Referendum e partecipazione, dobbiamo rispettare l'opinione dei cittadini

Hanno votato 86 mila persone (28,71%) e ha vinto l'opzione A (59%), no al finanziamento alle scuole dell'infanzia paritarie private.
http://elezioni.comune.bologna.it/elezioni/2013/referendum/risultati.html

Dobbiamo tenere conto dell'opinione dei cittadini e imparare da questa esperienza, provando a superare le contrapposizioni che il prolungato atteggiamento non dialogante ha provocato e ripensare l'educazione a Bologna. Non dobbiamo commettere l'errore di bruciare l'energia, le idee, la passione che ancora c'è nelle persone e il senso democratico delle istituzioni.

Referendum Bologna

Leggi tutto

Il Referendum alla Bolognese (una non ricetta...)

Domenica 26 votiamo per il Referendum sulla scuola dell'infanziaDomenica 26 votiamo per il Referendum sulla scuola dell'infanzia. Purtroppo la sciagurata possibilità che la discussione sul referendum, strumento prezioso di partecipazione, degenerasse in uno scontro frontale, si è avverata. Un errore grossolano che coinvolge tutti, anche il primo cittadino di Bologna, colui che avrebbe dovuto, e dovrebbe sempre, rimanere super partes.

Qui trovate una mia intervista con la mia opinione sul voto (http://www.unipd.it/ilbo/content/bologna-e-la-scuola-bilico-tra-laicita-e-libera-scelta).

Da lunedì 27 spero sia possibile riprendere il lavoro per costruire un progetto di città educativa.

Leggi tutto

Diritti di cittadinanza per le persone detenute

Diritti di cittadinanza per le persone detenuteCredo importante riattivare prima possibile il servizio di rilascio della documentazione anagrafica dedicato alla popolazione carceraria, presente presso la Casa Circondariale di Bologna dal 2009.

È un servizio che permette il rilascio della certificazione anagrafica, di carte di identità, di stato civile, di certificati di nascita, morte e matrimonio, così da garantire la possibilità ai cittadini detenuti di accedere ai servizi offerti dallo Sportello del cittadino.

Per le persone detenute presso la Dozza, la possibilità di ricevere il servizio con la presenza degli operatori del Comune di Bologna è di fondamentale importanza.

Leggi tutto

Asp unica, doppia ... o proviamo a costruire un progetto educativo?

Ho partecipato al Nido Alvisi alla notte bianca delle scuole bolognesi, con tanti genitori e personale scolastico.Non sono queste le nostre ASPirazioni Sono sempre più convinto che la politica oggi debba imparare ad affrontare i problemi apertamente, coinvolgendo chi i problemi li vive. Mi rendo conto che è faticoso perché spesso si affrontano conflitti resi ancora più aspri dal momento storico.

Leggi tutto