Un Patto per il Lavoro contro povertà e disuguaglianze

zuppi merolaIl Sindaco Virginio Merola e l'Arcivescovo Matteo Maria Zuppi hanno firmato questa mattina il Protocollo d'intesa “Insieme per il lavoro”, un’alleanza per il sostegno dell'inserimento lavorativo delle persone in condizione di fragilità e per la promozione dell’imprenditorialità. Alle loro firme si sono aggiunte quelle dei rappresentanti delle organizzazioni d’impresa e dei sindacati: Alleanza delle Cooperative, CNA, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.

Il patto per il lavoro è un piano che intende mettere a sistema le risorse del Comune e della Città Metropolitana con quelle della Curia, con l'obiettivo di creare lavoro per dare risposta a chi è più fragile ed è stato colpito dalla crisi economica. Nei prossimi 4 anni saranno 14 milioni di euro, 10 milioni le risorse comunali e 4 quelle della Curia: Sportello Lavoro, Servizi Sociali e mondo associativo, parrocchie, sindacati, aziende, insieme promuoveranno tirocini formativi e sosterranno l’auto-imprenditorialità di giovani e cinquantenni espulsi dal mondo del lavoro.

Nel periodo di grave crisi economica che stiamo attraversando, la perdita del lavoro evidenzia quanto sia labile il confine che separa la cosiddetta normalità di chi è in salute ed è socialmente integrato, da chi si trova con problemi di riconoscimento occupazionale, esposto ai rischi di isolamento ed emarginazione. Si presenta oggi una nuova esclusione che riguarda le persone che hanno perso il lavoro, le donne sole con figli, i giovani precari.

Leggi tutto

Profughi, un nuovo hub per le donne

Gentile Presidente,
il Prefetto Ennio Maria Sodano lascia la città dopo tre anni e, in una recente intervista su un quotidiano locale, ha ricordato non solo i risultati raggiunti ma anche l'importanza di dare continuità all'impegno e al percorso avviato sul tema della casa, della sicurezza e dell'accoglienza dei cittadini stranieri. Ha parlato di disagio sociale e della necessità di valorizzareProfughi, un nuovo hub per le donne i tanti edifici pubblici non utilizzati per rispondere al disagio abitativo. Ha sottolineato la necessità di un maggiore coordinamento per provare a rispondere a problemi complessi come quello che riguarda l'ordine pubblico e la situazione di Piazza Verdi.

Infine, nell'intervista, il Prefetto Sodano ha ricordato l'impegno della Regione Emilia-Romagna e della Città metropolitana di Bologna a costruire un modello di accoglienza in grado di essere dignitoso per tutti (sia per chi arriva che per chi accoglie). Il nuovo bando Sprar della Città metropolitana di Bologna coinvolgerà tutto il territorio metropolitano e può aiutare a superare l'emergenza, ma serve la collaborazione di tutti i territori: bisogna affrontare il fenomeno migratorio tutti insieme, in maniera strutturale. È quindi importante coinvolgere attivamente tutti gli enti locali e chiedere loro di partecipare al sistema di accoglienza: serve una equa distribuzione dei profughi e soprattutto la collaborazione di tutti i Comuni.

Leggi tutto

Odg 324 Cittadinanza figli stranieri


Presentazione

La legge sulla cittadinanza per i figli nati e cresciuti in Italia da genitori stranieri è ferma in Parlamento da troppo tempo. I ritardi sono della politica e del Parlamento (sono più di 8.000 gli emendamenti presentati dalla Lega Nord).

La legge sulla cittadinanzaIl testo della legge, che è stato approvato dalla Camera dei Deputati alla fine del 2015, sarà finalmente discusso in Senato il 15 giugno.
Parliamo di un disagio che riguarda oltre 700.000 giovani che sono nati in Italia, si sentono Italiani e a cui noi con ostacoli e cavilli ogni giorno ricordiamo di non essere italiani e di non essere graditi, nonostante rappresentino insieme ai nostri figli il futuro economico e sociale del nostro paese. Nessun approccio ideologico o buonismo di sorta, ma solo una decisione pragmatica che ci porta a cercare una soluzione alle nuove esigenze che la società ci pone davanti.

Abbiamo bisogno della nuova legge per riconoscere i diritti a persone che devono poter far parte a pieno titolo del paese e della città in cui sono nati. E dobbiamo dire che per noi non ci sono differenze.

 
ORDINE DEL GIORNO PER INVITARE IL PARLAMENTO A DISCUTERE E APPROVARE CON URGENZA LA PROPOSTA DI LEGGE SULLA CITTADINANZA PER I FIGLI NATI IN ITALIA DA IMMIGRATI STRANIERI; PRESENTATO DAL CONSIGLIERE ERRANI ED ALTRI IN DATA 17 OTTOBRE 2016

Leggi tutto

Un concorso di architettura per realizzare 5 nuove scuole

Via libera dal Ministero per la realizzazione di 5 nuove scuole a Bologna.Un concorso di architettura per realizzare 5 nuove scuole

Cinque nuovi complessi scolastici, dalle scuole d'infanzia alle scuole secondarie di primo grado, per un totale di circa 1.756 nuovi posti e un investimento di circa 30 milioni di euro: un progetto fortemente innovativo di partenariato pubblico-privato. Il Ministero si è impegnato per 5 milioni di euro. Il contributo del Comune tra immobili e terreni varrà circa 15 milioni e circa 10 arriveranno da Inarcassa. I lavori inizieranno con le Scuole Medie Carracci, che saranno interamente abbattute e ricostruite.

I nuovi interventi di edilizia scolastica sono i seguenti:

  • Scuola primaria (135 alunni) e secondaria di primo grado Carracci (270 alunni) – via Felice Battaglia, 18;
  • Scuola primaria (270 alunni) e infanzia (174 alunni) nell'area ex Mercato Ortofrutticolo;
  • Scuola dell'infanzia (116 alunni) e ampliamento della scuola primaria Tempesta (135 alunni) – via Martelli, 37;
  • Scuola dell'infanzia Fossolo (116 alunni) – area scolastica in affaccio su viale Lenin;
  • Scuola primaria (270 alunni) e secondaria di primo grado (270 alunni) Prati di Caprara Est.

Leggi tutto

Primarie Pd, esercizio di democrazia

Domenica 30 aprile è importante partecipare alle primarie del Partito Democratico. Io voterò Matteo Renzi perché credo sia l'unico dei tre candidati in grado di promuovere un reale cambiamento nel Pd e nel Paese.

Le primarie si svolgono in una fase delicata per l’Italia e per l’Europa stessa, con le elezioni francesi e tedesche. Da una parte la proposta di integrazione e democrazia (Macron e Schulz), dall’altra quella regressiva che chiede più sovranità nazionale (Le Pen, ma anche l’estrema destra tedesca).

#primariepd

La proposta di Renzi è di due Europe possibili (economica e politica) e di un’Unione Europea federale con la doppia scelta democratica: primarie del centrosinistra europeo e poi elezione diretta del Governo federale. I governi nazionali, da soli, non sono in grado di dare risposte efficaci su temi complessi come l’immigrazione, l’ambiente e l’economia finanziaria. Dobbiamo rafforzare l’unità politica dei paesi dell'Unione Europea, per costruire un Europa solidale con una politica estera comune: un’Europa politica e un vero governo europeo.

Leggi tutto